Contattaci
Salta al contenuto principale
Arredare un monolocale da 30 mq: idee e soluzioni

Soluzioni - 23 Marzo 2020

Arredare un monolocale da 30 mq: idee e soluzioni

I motivi per cui si sceglie di vivere in un monolocale di 30 mq sono tanti e non sempre riguardano l’aspetto economico. 

Sempre più persone fanno questa scelta spinti dal desiderio di uno stile di vita alternativo, da motivi etici, da esigenze lavorative o da mutate condizioni familiari, come nel caso di famiglie monoparentali, formate da giovani coppie o single. Qualunque sia il motivo, l'aspetto più importante è trovare le giuste soluzioni di arredo che soddisfino il proprio modo di vivere, senza dover rinunciare alla funzionalità e al comfort.

Come arredare un monolocale: le principali criticità

Micro living, cohousing, tiny house, social housing sono tutte espressioni di nuovo modello abitativo in cui ciò che conta non è la grandezza dell'ambiente, ma la capacità di massimizzarne la funzionalità, con intelligenza e creatività. Vivere in un ambiente ridotto significa razionalizzare e progettare non lasciando nulla al caso, ma ottimizzando lo spazio a disposizione. Anche chi sceglie di vivere in un mini appartamento deve confrontarsi con quest'ordine di idee, facendo fronte a problematiche oggettive, come ad esempio: 

  • sfruttare ogni cm dello spazio a disposizione,
  • scegliere spazi delimitati o progettare un open space,
  • aumentare la percezione dello spazio,
  • conciliare le diverse attività che si possono svolgere all'interno dello stesso ambiente, 
  • sfruttare al meglio l’illuminazione naturale,
  • creare un ambiente armonioso nonostante le dimensioni ridotte,
  • ultimo ma non meno importante: trovare soluzioni salvaspazio.

Problematiche facilmente risolvibili con soluzioni progettuali ad hoc che permettono di guadagnare e moltiplicare lo spazio a disposizione. In cima alla lista ci sono gli arredamenti trasformabili e multifunzione, capaci di adattarsi alle diverse esigenze quotidiane con stile e praticità. Vediamo come. 

Monolocale da 30 mq: idee e soluzioni per guadagnare più spazio

La scelta più comune per organizzare e arredare un monolocale è l’open space. Soluzione di tendenza, ma soprattutto risposta concreta a esigenze reali. Se si delimita un ambiente dalla metratura poco generosa con pareti e divisori si rischia infatti di rendere lo spazio a disposizione angusto, buio e poco adatto alla convivialità. Ma l’open space da solo non basta. 

Un ruolo cruciale nel progettare un piccolo appartamento è svolto dall’arredo, che deve essere capace di fare sintesi tra tutte le funzioni che rendono un’abitazione vivibile e allo stesso tempo garantire il giusto comfort. E cosa meglio dei sistemi trasformabili riesce a garantire questo risultato? Ecco ad esempio come il nostro Ambiente 10 riesce ad interpretare in circa 30 mq quattro diverse funzioni d'uso: cucina, sala da pranzo, zona notte e zona living.   

Il cuore del progetto è Kitchen Box, la cucina compatta e multifunzione. La sua anta attrezzata girevole, oltre a dividere momentaneamente gli spazi, estende la superficie di lavoro a disposizione con un piano integrato a ribalta. In meno di 4 mq crea lo spazio necessario per avere tutto ciò che serve in cucina (anche il vano per la lavastoviglie!).

cucina per monolocale

Ambiente 10: Kitchen Box

E se pensi che scegliere una casa di 30 mq significhi dire addio alle cene in compagnia, Girò ti smentirà. Una pratica consolle che una volta chiusa occupa solo 35 cm di profondità, ma all’occorrenza si trasforma in un tavolo da pranzo.

tavolo a scomparsa salvaspazio

Ambiente 10: Girò

Sul lato opposto della stanza, un altro sistema trasformabile coordina con il minimo ingombro altre due funzioni, zona notte e living. Parliamo di Oslo Divano in combinazione con Tetris e i componenti Living & Young System. In meno di 5 mq trovano alternativamente spazio un letto matrimoniale sempre pronto e un ampio ed elegante divano per i momenti di relax. 

divano trasformabile per monolocale

Ambiente 10: Olso divano + Tetris + Living & Young System

Il progetto sfrutta ed esalta la longitudinalità e la verticalità dell’ambiente con la disposizione degli arredi lungo le pareti più lunghe. I vantaggi sono molteplici:

  • più spazio al centro per muoversi in libertà,
  • le fonti di luce esterna non vengono ostacolate rendendo lo spazio ancora più ampio,
  • la versatilità del letto a scomparsa risolve la gestione tra zona notte e zona living.  

E come in questo caso, optando per un ambiente open space bisogna porre attenzione alla scelta dei colori per creare la giusta armonia tra le diverse aree funzionali. Il consiglio è quello di scegliere nuance neutre e chiare che riflettono la luce creando una percezione di maggiore ampiezza, da contrapporre a un colore più deciso

Nel nostro esempio il rosso oltre a fare da trait d’union tra i diversi moduli è l’elemento cromatico che dona personalità all’ambiente. Secondo il tuo gusto, potresti richiamare il colore anche nei complementi di arredo, come lampade, quadri e tessuti. 

Ogni centimetro del tuo monolocale vale 1 metro con le soluzioni trasformabili Clei. 

Camera da letto e soggiorno insieme: 3 idee per uno spazio night&day

Ispirazioni - 24 Giugno 2020

Camera da letto e soggiorno insieme: 3 idee per uno spazio night&day

Il periodo di lockdown trascorso, ha portato inevitabilmente a riconsiderare gli spazi in casa in funzione di nuove attività svolte tra le mura domestiche, come lo smart working o lo sport indoor. 

Leggi di più

Share