Contattaci
Salta al contenuto principale
Creare un ufficio in casa: idee e soluzioni per lo smart working flessibile e funzionale

Soluzioni - 22 Gennaio 2021

Creare un ufficio in casa: idee e soluzioni per lo smart working flessibile e funzionale

La pandemia globale e il conseguente distanziamento sociale hanno condotto un numero crescente di lavoratori del pubblico impiego, privati e professionisti a lavorare da casa in modalità "smart working".

Ciò ha cambiato il modo di vivere e percepire la propria abitazione che, da luogo della routine quotidiana, si è trasformata in cornice di meeting, formazione e confronti a distanza tra colleghi.

Di conseguenza, è divenuto sempre più forte il bisogno di vivere e operare in spazi adatti: vere e proprie postazioni di lavoro per lo smart working, per il cui allestimento non bastano solo un PC e una buona connessione internet. Chi ha già sperimentato questa modalità di lavoro sa bene che è importante creare un ambiente confortevole, funzionale e che stimoli la produttività, anche tra le mura domestiche.

Ma è possibile creare un ufficio in casa in assenza di un locale pensato ad hoc? Si, con le giuste soluzioni di arredo per lo smart working. Ecco allora i nostri consigli per progettare a regola d’arte il tuo home office all'interno di uno spazio abitativo.

Il tuo ufficio dove vuoi e quando vuoi

Durante il lockdown, la transizione dal luogo di lavoro agli spazi di casa ha portato, in un primo momento, a inevitabili compromessi e scomode sistemazioni, spesso improvvisate. 

Con il passare del tempo si è però fatto sempre più forte il bisogno di ottimizzare gli spazi del proprio ambiente domestico, integrando soluzioni ingegnose e flessibili per lo smart working.

In particolare si è accentuata la tendenza a optare per quelle che si possono definire "soluzioni in movimento", ossia arredi componibili e sistemi trasformabili, capaci di coniugare più funzioni.

Ciò rende possibile la realizzazione dell'ufficio dove e quando si vuole, senza alterare gli spazi ma, al contrario, dando loro nuova vita e respiro. Con i nostri sistemi trasformabili è possibile ottenere ambienti abitativi fluidi e dinamici, dove tutto è a portata di mano.

Come organizzare un ufficio in casa: nuove esigenze per lo smart working

I cambiamenti degli stili di vita, con l’aumento delle ore destinate al telelavoro determinano l’esigenza di spazi flessibili. Un bisogno che, a sua volta, porta a riflessioni articolate su cosa è necessario per lo smart working.

Le risposte essenziali sono due: spazio e ordine. Per questo, generalmente si sceglie di creare un ufficio in casa nella zona living, ambiente dove è più facile disporre una parete multifunzione o soluzioni a doppio uso.

Prendiamo ad esempio il nostro Ambiente 22, capace di sintetizzare in una sola parete la zona notte, il sofà e l’angolo ufficio. Come?

Grazie alla combinazione di Penelope Sofa Next, il sistema trasformabile con letto matrimoniale a scomparsa, sofà, libreria e Home Office, una postazione di lavoro che fa la sua comparsa solo quando serve. Ogni cosa sarà al suo posto con la postazione adeguata e confortevole grazie al passacavi incorporato, l’illuminazione LED e i ripiani per organizzare documenti e oggetti.

Ambiente 22

Ambiente 22

Angolo ufficio in camera da letto

Oltre all’area living è possibile ricavare un angolo studio anche in camera da letto. Le nuove esigenze abitative, infatti, ci hanno spinto a riorganizzare spazi che prima ritenevamo inscindibili dalla loro funzione primaria, esaltandone le potenzialità.

La camera da letto non è da meno. Anche in questo caso gli arredi trasformabili  hanno un ruolo fondamentale: si integrano senza sovrapporsi, cambiano in base alle necessità e includono tutte le funzioni di cui si ha bisogno durante la giornata.

Il nostro sistema trasformabile Penelope 2 Board, che combina uno scrittoio maxi, una libreria e un letto matrimoniale a scomparsa, consente di creare una work station comoda e funzionale in camera da letto.

Il piano di lavoro si apre e si chiude all'occorrenza, rimanendo orizzontale grazie al sistema basculante. In questo modo non sarai costretto a spostare tutti gli oggetti posti sulla tua scrivania.

Scrittoio maxi Penelope 2 board

Penelope 2 Board

Ufficio in casa: l'arredamento giusto per lo smart working

Qualsiasi sia la superficie a tua disposizione, l’importante è progettarla in modo funzionale. Per ottenere questo risultato presta la massima cura nella scelta di questi tre elementi:

  • Scrivania. Quando si pensa a come organizzare lo smart working, i laptop sono la prima cosa che viene alla mente. Ebbene, si dovrebbe fare una buona riflessione anche sulle loro dimensioni: essendo sempre più compatti, il piano di lavoro può anche essere di dimensioni ridotte.
    Una valida alternativa alla classica scrivania è il tavolo per smart working: si può optare per un tavolo/scrivania estraibile, come il nostro App, inserito in un elemento contenitore con anta. Potrai aprirlo e utilizzarlo per le sessioni di lavoro e poi richiuderlo.
Scrivania estraibile per home office

App

O ancora, un tavolo a ribalta come Wally, perfetto per rendere il tuo ambiente fresco e dinamico, che si caratterizza per il suo minimo ingombro: la sua profondità da chiuso è di soli 15 cm.

Scrivania Wally

Wally

O Girò, una consolle con tavolo a scomparsa e apertura a libro da posizionare lungo la parete.
Per garantire una seduta adeguata è importante considerare l’altezza da terra, in modo tale da consentire alla schiena di rimanere perpendicolare alle cosce e alle gambe di formare un angolo di 90 gradi.
 

Girò

Girò

  • Seduta ergonomica. È il punto forte di ogni postazione di lavoro, soprattutto per chi rimane seduto molte ore. Se scegli un modello con le ruote, l’ideale è che abbia 4 o 5 razze per conferire più stabilità alla seduta. Meglio se con altezza regolabile, perché i piedi devono toccare il pavimento, le ginocchia e i gomiti piegati devono poter formare un angolo retto.

    Lo schienale deve essere inclinabile e possibilmente con l’imbottitura in poliuretano espanso perché si adatta meglio alla forma della schiena. In alternativa, se la tradizionale sedia da ufficio poco si addice al tuo ambiente, opta comunque per una seduta dalla scocca morbida con base larga e aggiungi un supporto per i lombari e un poggiapiedi. Vanno bene anche gli sgabelli da lavoro purché siano regolabili in altezza.

  • Ripiani, mensole, cassetti per conservare documenti e oggettistica. I contenitori su ruote sono una soluzione molto versatile. Se hai la possibilità di sfruttare una piccola porzione di superficie in verticale, scegli soluzioni interamente a giorno, bastano ripiani profondi anche solo 25 cm. Per dividere ambienti con una metratura più ampia e creare un angolo di lavoro più appartato l’ideale è una libreria a giorno. Questi elementi, uniti ai sistemi trasformabili, occupano il minimo ingombro, lasciando ampio spazio alle altre funzioni dell’ambiente.

Idee innovative per lo smart working

Oltre alla scelta degli arredi, ci sono poi i piccoli, ma indispensabili accorgimenti per rendere ancora più operativa la tua postazione di lavoro e organizzare lo spazio per lo smart working.

Non sottovalutare il ruolo dell’illuminazione: se il tuo spazio è provvisto di finestre, cerca di massimizzare l’apporto di luce naturale, posizionando il piano di lavoro in modo che il fascio di luce arrivi ai lati dello schermo, non da dietro o davanti. Questo ti aiuterà a non sforzare la vista, oltre a contribuire al bilancio energetico del tuo ambiente.

Non potrai comunque fare a meno della luce artificiale. Le task light più indicate sono quella a LED, con bracci per orientare il cono di luce e dimmer per regolarne l’intensità.
Infine le piante ornamentali. Fanno bene alla concentrazione, stimolano l’equilibrio mentale e rendono più salubre l’aria. Uno studio recente dimostra che negli ambienti lavorativi la presenza del verde può aumentare del 15% la produttività. Tra le più indicate il ficus e la sansevieria.

Bisogna tenere presente che in un periodo come quello attuale, che può mettere a dura prova la resistenza fisica e mentale di ognuno di noi, è fondamentale creare un ufficio in casa che risponda all'esigenza di benessere che solo spazi confortevoli e adeguati possono colmare.

Adesso che hai qualche spunto in più per dare forma al tuo angolo smart working... non resta che mettersi a lavoro. Con le soluzioni Clei vivi a pieno gli spazi della tua casa, anche quando si trasformano in luogo di lavoro.

Arredare un bilocale mansardato da 50 mq con soluzioni trasformabili. Il progetto di Varazze

Progetti - 30 Aprile 2021

Arredare un bilocale mansardato da 50 mq con soluzioni trasformabili. Il progetto di Varazze

Le dimensioni ridotte non sono un limite, ma un'opportunità: l'architetto Pierluigi Colombo è riuscito nella sfida di arredare un bilocale mansardato in maniera funzionale e intelligente, grazie alle soluzioni trasformabili Clei.

Leggi di più

Share